Segreteria Generale - 349 4673401 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

ULTIME NOTIZIE


È del 26.05.2020 la notizia che Bernardo PETRALIA, nuovo Capo del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, unitamente al Provveditore Regionale Amm. Pen. per la Lombardia, Pietro BUFFA, ha fatto visita alla Casa di Reclusione di Milano Bollate, nell’occasione, il nostro Delegato Nazionale, Michele PIGNATARO, ha portato al nuovo Capo del DAP il saluto ed il ben venuto a nome di tutto personale


Volendo scomodare Tomasi di Lampedusa: cambiare tutto per non cambiare niente” sembra il rifermento più appropriato per il nuovo capo del D.A.P.. Le parole del neo capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria alla presentazione del rapporto dell’Associazione dei Detenuti Antigone sulle condizioni di detenzione, lo stesso si è detto: “ammirato da Antigone


Le nostre denunce trovano sempre più riscontri nei fatti. A dichiararlo è il segretario generale del sindacato S.PP. Aldo Di Giacomo: “un boss di camorra faceva affari sebbene fosse detenuto al 41 bis, il regime di carcere duro che dovrebbe impedire contatti tra i malviventi e il contesto criminale esterno al penitenziario. È quanto scoperto dalla Guardia di Finanza di Napoli


Dalla gestione Orlando in poi il carcere ha subito mutamenti significativi a favore delle organizzazioni criminali che hanno saputo cogliere la debolezza del sistema e di chi lo amministra. 2500 telefonini negli ultimi 2 anni ossia comandano loro gestendo e dando ordini all’esterno. 700 per cento di aggressioni in più nei confronti della polizia penitenziaria e dei detenuti più deboli


Dalla gestione Orlando in poi il carcere ha subito mutamenti significativi a favore delle organizzazioni criminali che hanno saputo cogliere la debolezza del sistema e di chi lo amministra. 2500 telefonini negli ultimi 2 anni ossia comandano loro gestendo e dando ordini all’esterno. 700 per cento di aggressioni in più nei confronti della polizia penitenziaria e dei detenuti più deboli, ossia ci impongono le regole


Le menti che hanno mosso le rivolte nel mese di febbraio provocando 14 morti e devastazioni nelle carceri alla fine hanno vinto". Questo è l’amaro commento del segretario generale del sindacato di polizia penitenziaria Aldo Di Giacomo.
"Ieri - dice - è uscito dal carcere il capomafia di Palermo Francesco Bonara considerato uno dei boss più influenti di Palermo


Un vero e proprio piano, tra l’altro non troppo velato, di destabilizzazione messo in campo contro la polizia penitenziaria, che – è bene evidenziarlo – rappresenta un attacco allo Stato”. È il duro commento di Aldo Di Giacomo all’annuncio di denunce ad opera di alcuni garanti regionali dei detenuti di presunte violenze nelle carceri ai detenuti. È stato sufficiente segnalare qualche livido


Nessun pestaggio nel carcere di Foggia”. Così Aldo Di Giacomo, segretario generale del Sindacato di polizia penitenziaria, risponde a quanto ci ha raccontato la moglie di un detenuto. “La situazione però è preoccupante: ci sono oltre tantissimi contagi da coronavirus tra agenti, medici e detenuti e nessuna protezione. Serve un intervento. Che fare? Lui lancia una proposta



Ho ben presente la difficile situazione delle nostre carceri, sovraffollate e non sempre adeguate a garantire appieno i livelli di dignità umana e mi adopero, per quanto è nelle mie possibilità, per sollecitare il massimo impegno al fine di migliorare la condizione di tutti i detenuti e del personale della Polizia penitenziaria che lavora con impegno e sacrificio



In data 15 marzo 2020 il segretario generale del sindacato S.PP. Aldo Di Giacomo ha presentato presso la stazione carabinieri di Campobasso esposto-querela al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma in relazione alla nota n_dg. GDAP.13/03/2020. 0087186.U del 13.03.2020 del Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria che alla pagina 6 scrive:


Video S.PP. YouTube
Tesseramento 2018
Tesseramento
Seguici su WhatsApp - Iscriviti al gruppo
Visita il sito delle convenzioni
Accesso area riservata






Il Segretario Generale
SOLIDARIETA' A ALDO DI GIACOMO


Gentile onorevole/senatore,
come avrà avuto modo di sapere l'escalation di minacce che mi colpiscono da anni, in qualità di segretario generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria (S.PP.) – tra le quali il pacco bomba fatto recapitare nella mia abitazione
IN PRIMO PIANO

IN EVIDENZA

PHOTO GALLERY

VIDEO DEL SEGRETARIO GENERALE ALDO DI GIACOMO

UTILITA

Compilazione 730
Supporto tecnico sito
La pagina S.PP. su Facebook
S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 349-4673401
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu