Segreteria Generale - 349 4673401 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

ULTIME NOTIZIE


Ieri sera intorno alle 22 nel reparto isolamento del carcere di Cassino tre detenuti hanno bruciato tre celle diverse. Feriti tre poliziotti penitenziari di cui uno trasportato in ospedale. A riferirlo è il segretario generale del Sindacato S.PP. Aldo Di Giacomo: “è sicuramente una notte di follia quella di ieri sera a Cassino. Le motivazioni che hanno indotto prima a bruciare e poi a distruggere le celle



È ormai un cronologico ed incontrollato fenomeno quello delle aggressioni perpetrate dai detenuti in danno di poliziotti penitenziari, un fenomeno che se non fosse per pochi sindacati della Polizia Penitenziaria, ormai non farebbe nemmeno più notizia, come se i Poliziotti Penitenziari, SERVITORI dello STATO, non esistessero. Ad affermarlo è Aldo Di GIACOMO, Segretario Generale del Sindacato



A breve saranno impiegate le prime 7 unità, delle 20 previste, appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, presso la Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo con compiti di analisi. È una prima buona notizia, ma assolutamente insufficiente per dispiegare il contributo effettivo che la Polizia Penitenziaria potrebbe offrire, di concerto con le altre Forze di Polizia




I mafiosi ancora ai domiciliari sono solo l’aspetto più eclatante delle difficoltà in cui versa il sistema penitenziario italiano. Sono solo la punta dell’iceberg che ci permette però di focalizzare l’attenzione sul pericolo che sta rischiando di soffocare l’Italia: il rigurgito delle mafie dopo gli anni in cui eravamo riusciti a contenere i vecchi boss e contrastare il loro potere



“Appare surreale la dichiarazione rilasciata ieri dal Garante Nazionale dei Detenuti, il Professor Mauro Palma, nel corso di una conferenza stampa sulle polemiche innescate dalla notizia secondo cui 112 boss (su 233) scarcerati per l'emergenza Covid-19 sono ancora in regime di detenzione domiciliare nonostante il decreto Bonafede. Palma ha affermato che ‘In ogni caso, di persona detenuta al 41 bis



Il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede sapeva, il Sottosegretario alla Giustizia Vittorio Ferraresi sapeva, il Capo Gabinetto Giustizia Fulvio Baldi sapeva, il Capo DAP Francesco Basentini sapeva, il Direttore Generale Detenuti e Trattamento del DAP Giulio Romano (o il suo facente funzioni) sapeva, il Direttore “alta sicurezza” del DAP Caterina Malagoli sapeva



l Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha firmato ieri il decreto di riorganizzazione del GOM, il Gruppo Operativo Mobile del Corpo di Polizia Penitenziaria che ha l’incarico di gestire i detenuti al 41-bis, sia mafiosi che terroristi. Primo fatto strano: il testo del decreto non è stato pubblicato. Nell’era dell’informazione, delle dirette Facebook che, oltretutto, sia il ministro che il suo Sottosegretario


Si è svolta oggi a Napoli dinanzi al carcere di Poggioreale conferenza stampa del Segretario Generale del Sindacato S.PP. insieme al Consigliere Regionale Francesco Emilio BORRELLI per chiedere la revoca dell’incarico al garante comunale dei detenuti, il quale si ricorda che ha scontato una pena di 21 anni. La richiesta di revocare l’incarico è motivata dal fatto che ad oggi risulta che il fratello


La circolare del D.A.P. del 30 giugno contiene in continuità col passato il principio miope e se volgiamo anche colpevole che prevede di perseguire il percorso di progressiva riduzione del sovraffollamento nelle carceri favorendo l’utilizzo di misure alternative alla detenzione per tutte le persone detenute con malattie gravi che possano essere complicate dal COVID-19


E’ di oggi la notizia del ritrovamente di 23 telefonini di cui 12 smartfone e 11 microtelefonini e oltre 50 armi rudimentali. Lo rende noto il  segretario generale del sindacato di polizia penitenziaria Aldo di Giacomo: il ritrovamento di oggi  nel carcere di Salerno di oltre 50 oggetti rudimentali atti ad offendere come piccoli coltellini e lame, pongono di nuovo l’attenzione sulla situazione carceraria

Video S.PP. YouTube
Tesseramento
Tesseramento
Seguici su WhatsApp - Iscriviti al gruppo
Visita il sito delle convenzioni
Accesso area riservata






Il Segretario Generale
SOLIDARIETA' A ALDO DI GIACOMO


Gentile onorevole/senatore,
come avrà avuto modo di sapere l'escalation di minacce che mi colpiscono da anni, in qualità di segretario generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria (S.PP.) – tra le quali il pacco bomba fatto recapitare nella mia abitazione
IN PRIMO PIANO

IN EVIDENZA

PHOTO GALLERY

VIDEO DEL SEGRETARIO GENERALE ALDO DI GIACOMO

UTILITA

Compilazione 730
Supporto tecnico sito
La pagina S.PP. su Facebook
S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 349-4673401
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu