Segreteria Generale - 389 8891634 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

ATTIVITA
ATTIVITA SINDACALI 2016

INCONTRI ED ATTIVITA MESSE IN ATTO DALLA SEGRETERIA GENERALE



Così Aldo Di Giacomo, segretario generale del Sindacato Polizia penitenziaria (Spp), definisce quello che sta accadendo nel carcere di Campobasso dove nelle scorse settimane c'è stata una violenta protesta dei detenuti. "Da 18 mesi - spiega il sindacalista - manca lo psichiatra, figura importante per una struttura penitenziaria. Guarda intervista rilasciata al tg



Sit-in di protesta dinanzi la scuola di Parma da parte delle O.S. per rivendicare le diverse problematiche che attanagliano l'istituto penitenziario. In primis la grave carenza organica che ormai sta collassando il sistema. Presente il nostro delegato Inglese Alberto sempre in prime in prima linea a difesa del personale di polizia penitenziaria.Segretria Generale



Alcuni gravi episodi di violenza ingiustificata mettono in evidenza lo stato di criticità del carcere, nel giro di dieci giorni due i fatti che hanno messo in allerta: quattro detenuti hanno devastato l’area passeggio dell’Istituto, spaccando porte e finestre, e nei locali dell’infermeria un agente è stato preso a calci e pugni da un carcerato. Tutto questo, ha detto ai Giornalisti Aldo Di Giacomo, durante una conferenza stampa convocata d’urgenza, stamani, davanti alla Casa Circondariale di Campobasso



Ennesimo episodio di violenza nel carcere di Foggia dove un detenuto di origini ivoriane attualmente in carcere per il reato di omicidio ha aggredito tre agenti colpendo uno di essi violentemente alla testa con la gamba di un tavolo




26 luglio 2016. Modena: carcere di Sant'Anna i lavoratori sono esasperati

Ormai non passa giorno in cui non si registrano situazioni critiche che stanno portando all'esasperazione i lavoratori della Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale S.Anna.
Le risse e le aggressioni che ogni giorno stiamo registrando, sono la traduzione in fatti delle minacce che vengono perpetrate nei confronti

24 luglio 2016. Modena: carcere fuori controllo, 130 agenti chiedono il trasferimento

Un segnale forte e deciso, sicuramente senza precedenti, quello che le sigle sindacali della Polizia Penitenziaria di Modena hanno voluto lanciare ai vertici che gestiscono e amministrano il carcere di Sant'Anna. Dopo giorni di proteste formali, sit-in davanti ai cancelli, astensione dalla mensa e costante richieste di intervento alla dirigenza, i sindacati hanno raccolto una richiesta di trasferimento in massa da parte degli agenti


14 luglio 2016, Il Segretario Generale aggiunto Vito COVIELLO all'innaugurazione alla Camera della "Sala delle donne"

Il Segretario Generale aggiunto Vito coviello invitato alla camera in occasione della inaugurazione.
Il nuovo spazio, voluto dalla presidente Laura Boldrini, è un riconoscimento e un tributo alle donne che hanno fatto la storia della nostra Repubblica.
Nella sala sono esposti i ritratti delle 21 costituenti, della prima presidente della Camera, Nilde Iotti, della prima donna ministra


13 luglio 2016. Modena: ieri il presidio davanti alla Prefettura degli Agenti di polizia Penitenziaria

La protesta è indetta da tutti i sindacati unitariamente. Come annunciato, il Prefetto di Modena, dottor Di Bari, ha ricevuto una delegazione di manifestanti che gli ha rappresentato i problemi interni all’istituto penitenziario. I sindacati si ritengono soddisfatti dalle rassicurazioni ricevute dal dottor Di Bari per aver recpeito che esiste un conflitto interno tra i livelli dirigenziali

01 luglio 2016.Il Segretario Generale Aggiunto Daniele Capone incontra delegati e simpatizzanti di Parma

L’importanza dell’incontro si è reso necessario dalla necessità impellente e non più procrastinabile di individuare una seria condotta politico-sindacale tale da tutelare il personale di polizia penitenziaria.
Il nostro segretario generale aggiunto ha voluto toccare con mano le varie problematiche che attanagliano i nostri colleghi


Segreterie Provinciali del 29-07-2016. Lettera congiunta. Criticità  CC Modena

Le criticità che da molto tempo investono la Casa Circondariale di Modena, purtroppo non accennano a diminuire. Continuano a verificarsi quotidianamente eventi critici gravissimi, come atti di autolesionismo e tentativi di auto soppressione.
Nel fine settimana un detenuto ha incendiato dolosamente una cella e il personale di Polizia Penitenziaria di servizio, è stato inviato al pronto soccorso per intossicazione

11 luglio 2016. Modena: continua la protesta della polizia penitenziaria. Domani presidio davanti alla Prefettura e incontro con il Prefetto

Dopo la manifestazione del 6 luglio scorso davanti al casa circodariale di Sant’Anna, continua anche domani la protesta degli agenti di polizia penitenziaria contro condizioni di lavoro ormai insostenibili. Domani mattina martedì, 12 luglio dalle ore 10 alle 12, è previsto un presidio davanti alla Prefettura di Modena nel corso del quale il Prefetto dr. Di Bari riceverà una delegazione di lavoratori e sindacati


6 luglio 2016. Modena: Presidio dei lavoratori di polizia penitenziaria, stamane, presso il carcere Sant’Anna

La situazione del carcere di S.Anna è ormai divenuta non più sostenibile e i lavoratori della polizia penitenziaria ormai ogni giorno devono contrastare episodi di autolesionismo violento, non escludendo per il futuro la messa in campo di atti di agressione nei confronti di chi è preposto alla vigilanza. Questa situazione di crisi si ripropone anche quest’anno visto che il carcere di Modena ormai viene utilizzato ciclicamente per ospitare detenuti


5 luglio 2016. Modena C. C.rabbia e sconforto per una organizzazione che va rivista

La Casa Circondariale di Modena vive un momento storico particolare: da una gestione amministrativa dei vertici molto discutibile si passa a tutta una serie di eventi critici che mettono a repentaglio la sicurezza dell’intero istituto e dell’incolumità fisica dei poliziotti penitenziari. I continui episodi di autolesionismo, ai quali devono far fronte quotidianamente i lavoratori di Polizia Penitenziaria dell’Istituto "S.Anna"


30 giugno 2016. Modena: Gravi criticità Casa Circondariale

Oggetto: Gravi criticità Casa Circondariale di Modena - Manifestazione di protesta con sit-in del 6.07.2016 – A causa del pesante clima lavorativo instauratosi presso la casa circondariale di Modena. Alla luce dei gravi fatti accaduti e denunciati ai competenti Superiori Uffici. Visto il degenerare della situazione nel corso dell’ultima settimana



11 marzo 2016 Segreteria Generale Considerazioni sul servizio di Matteo Viviani delle “Iene”

Pensare a una ‘levata di scudi’, di fronte al servizio televisivo mandato in onda ieri sera durante il programma “Le Iene” da Matteo Viviani, è una logica conseguenza, è un atto necessario, se si pensa che riguarda un episodio accaduto ben 12 anni fa e perseguito penalmente e disciplinarmente con l’esito di due Agenti destituiti e due sospesi, su 5 indagati, dal corpo di polizia penitenziaria


8 aprile 2016. Inviolabilità del domicilio, raccolte 930mila firme. Grazie

Comunico a tutti coloro che ne siano interessati che presso l'ufficio segreteria o anagrafe del vostro comune di residenza é possibile firmare per un referendum di iniziativa popolare sulla legittima difesa della casa e dei beni. Mi permetto di segnalarlo perché partiti, giornali e televisioni non ne stanno dando assolutamente notizia, pertanto vi prego di firmare e far firmare il maggior numero di persone

25 febbraio 2016. Roma Riallineamento carriere Polizia Penitenziaria

Si è tenuta presso la sala conferenze della camera dei deputati la conferenza indetta dal responsabile alla sicurezza IDV nonché Segretario Generale del S.PP. Dott. Aldo Di Giacomo inerente al riallineamento delle carriere dei poliziotti penitenziari con particolare riferimento ai ruoli degli Ispettori e dei sovrintendenti per via della sperequazioni con i colleghi pari grado della polizia di stato


25 febbraio 2016 AldoDi Giacomo, raccolta firme per proposta legge popolare Legittima difesa: di giacomo Idv, raccolta firme per proposta legge popolare

I cittadini hanno il diritto di essere tutelati. Le forze dell'ordine si danno da fare ma hanno mezzi limitati, che vanno rafforzati. Nel contempo, noi di Idv abbiamo presentato un disegno di legge in Cassazione per rafforzare la legittima difesa e inizieremo a raccogliere le firme già da questa settimana”. Lo ha detto il responsabile nazionale sicurezza di Italia dei Valori Aldo di Giacomo


19 febbraio 2016 Dott. Aldo Di Giacomo Legittima difesa

Depositato nella mattinata odierna in Cassazione, una proposta di legge da parte del responsabile alla sicurezza Dott. Aldo Di Giacomo nonché Segretario Generale Del S.PP. (sindacato polizia penitenziaria ) “per punire più severamente la violazione del domicilio col raddoppio delle pene e per accrescere la possibilità di difesa legittima senza incorrere nell'eccesso colposo


10 febbraio 2016 Polizia Pen interrogazione Idv su onerosità alloggi

Un'interrogazione al ministro della Giustizia “sui criteri che stabiliscono l'onerosità delle unità abitative presso le caserme degli istituti penitenziari che interessa un elevatissimo numero di unità di personale della polizia penitenziaria” è stata presentata dai senatori Idv Alessandra Bencini e Maurizio Romani, su sollecitazione del responsabile del Laboratorio Sicurezza del partito, Aldo Di Giacomo


20 gennaio 2016.  Napoli: il Segretario Generale incontra le Autorità

Il Segretario Generale Dott.Aldo Di Giacomo, quale Responsabile della Sicurezza per l'I.D.V. ha incontrato in settimana il Sindaco, il Prefetto ed il Questore di Napoli. Motivo dell'incontro sicurezza in ambito regionale e organici delle forze dell'ordine



13 gennaio 2016, il nostro rappresentante regionale dell’ Umbria Moretti Eros, ha preso parte all’ “ audizione della III Commissione consiliare permanente

Ieri, mercoledì 13 gennaio 2016 ore 15.00, il nostro rappresentante regionale dell’ Umbria Moretti Eros, ha preso parte all’ “ audizione della III Commissione consiliare permanente con le rappresentanze sindacali della polizia penitenziaria in ordine a: “SITUAZIONE CARCERARIA IN UMBRIA” presso l’Assemblea legislativa di Perugia



25 gennaio 2016. Padova: la protesta degli agenti, "lo Stato vuole l'affitto per le brande"

Stanze singole, doppie o triple. Niente mobili, solo una branda di ferro. E il ministero chiede loro di versare dai 37 ai 70 euro almese per l'affitto, pronto a pignorare gli stipendi. E gli Agenti di Polzia Penitenziaria del  Due  Palazzi  insorgono



S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 389-8891634
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu