Segreteria Generale - 389 8891634 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

9 ottobre 2018. Manifestazione di protesta il 25 ottobre 2018 in favore dell’Agente di Polizia Penitenziaria Maria Teresa TROVATO MAZZA, abbandonata dalle Istituzioni dopo grave evento occorso in servizio in data 1 novembre 2016

Sindacato del Corpo di Polizia Penitenziaria
Pubblicato da in Lettere ·
 


Ministero della Giustizia On. Dott. Alfonso BONAFEDE
 
ROMA









Egregio Sig. Ministro,

Dopo i nostri numerosi interventi a sostegno della famiglia TROVATO MAZZA, (lettera al Capo di gabinetto del Ministro della Giustizia ed all’allora Capo DAP Santi CONSOLO del 26.05.2018, lettera al Sig. Presidente della Repubblica, al Sig. Capo di Gabinetto del ministro della Giustizia e, p.c. al Sig. Capo Dap Santi CONSOLO del 31.05.2018, lettera indirizzata a Lei del 13.06.2018), tutti finalizzate a riportare all’attenzione dei più Alti Organi Istituzionali la vicenda della Poliziotta Penitenziaria Maria Teresa TROVATO MAZZA, per tutti “ Sissy”, che l’1 novembre 2016, in servizio presso l’Ospedale Civile di Venezia per il controllo di una detenuta partoriente, veniva rinvenuta all’interno di un ascensore gravemente ferita alla testa da un colpo di arma da fuoco esploso dalla propria pistola di ordinanza.
Orbene, le dinamiche dell’evento ad oggi risultano ancora controverse e poco chiare, avvolte da molte ombre e, soprattutto Giustizia ancora non è stata fatta.
Quello che più mi ha lasciato sgomento è il fatto che, una Donna, servitrice dello Stato, e la sua famiglia, dopo il verificarsi del tragico evento, sono stati lasciati completamente soli dalle Istituzioni e soprattutto dall’Amministrazione Penitenziaria e da chi la rappresenta.
I genitori di “Sissy”, che stanno attraversando un vero e proprio calvario, vivendo la continua lotta della figlia tra la vita e la morte, avrebbero voluto sentire vicine le Istituzioni e quell’Amministrazione di cui la figlia si onorava e si onora di far parte, e invece, NULLA, il silenzio più assoluto.
In virtù delle tante ombre che ancora oggi avvolgono il caso, fermamente convinto che la collega, che aveva una gran voglia di vivere, non abbia voluto tentare di porre fine volontariamente alla propria vita ma, che a farlo, possa essere stato qualcun altro, chiedo alle S.V. di impedire che il caso venga archiviato come semplice tentativo di suicidio e che si continui invece a ricercare la verità, così come richiesto anche dalla famiglia TROVATO MAZZA.
All’uopo, come rappresentante di una forza sindacale, ho indetto una raccolta firme a sostegno della nostra richiesta, avendo riscontrato tra le tante persone, comuni cittadini, quella sensibilità che pezzi delle Nostre Istituzioni, purtroppo, con rammarico posso affermare che non hanno mostrato di avere, almeno in questa circostanza.
PERTANTO
VISTA LA TOTALE INERZIA DA PARTE DELLE ISTITUZIONI E LA TOTALE ASSENZA DI RISPOSTE, QUESTA SIGLA SINDACALE, UNITAMENTE ALLA FAMIGLIA TROVATO MAZZA, A COMUNI CITTADINI ED AL “COMINTATO CIVICO SISSY LA CALABRIA  È   CON  TE”,   PREANNUNCIA  UNA  MANIFESTAZIONE   DI PROTESTA
INDETTA PER IL  GIORNO 23/10/2018, CHE CI VEDRA’, TUTTI, IN CATENE, DINANZI
ALLA SEDE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA.
COMUNICANDO LA NOSTRA VOLONTA’ A VOLER PORTARE AVANTI UNA SERIE DI INIZIATIVE DI PROTESTA FINALIZZATE A TENERE ALTA L’ATTENZIONE SUL CASO “SISSY” ALMENO SINO A QUANTO LA S.V. NON CONVOCHERA’ NOI ED I GENITORI DI “SISSY” PER UN INCONTRO.
Avendo avuto modo di percepire in Lei una maggiore sensibilità ed attenzione nei confronti degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, a differenza di chi l’ha preceduta, sono certo che non mancherà di far sentire la Sua vicinanza alla famiglia TROVATO MAZZA dimostrando in maniera concreta la propria attenzione verso chi con devota umiltà ha deciso di servire lo Stato e che troppo spesso e per troppo tempo si sente e si è sentito SOLO.
Si coglie occasione per porgere deferenti saluti. Dott Aldo DI Giacomo

Recapiti per eventuali comunicazioni:
Dott. Aldo Di GIACOMO, Segretario Generale Sindacato Polizia Penitenziaria “S.PP.” Contatti:348-2773389 - E-mail: spp.segreteriagenerale@gmail.com.





S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 349-4673401
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu