Segreteria Generale - 389 8891634 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

10 gennaio 2019. Aldo Di Giacomo “caso Locatelli” sistema giudiziario italiano ad un punto di non ritorno

Sindacato del Corpo di Polizia Penitenziaria
Pubblicato da in Segreteria ·

 
Se basta un difetto di notifica della citazione a giudizio per rimettere in libertà uno dei principali narcotrafficanti internazionali, considerato “anello di congiunzione” tra il Sudamerica e l’Europa, vuole dire che il sistema giudiziario italiano è arrivato ad un punto di non ritorno. Ad affermarlo è il segretario generale del S.PP. Aldo Di Giacomo che oggi da Campobasso ha cominciato il tour di protesta che toccherà i maggiori istituti penitenziari del Paese per denunciare la gravissima condizione del personale penitenziario e di insicurezza nelle carceri. Siamo veramente curiosi di sapere questa volta quali giustificazioni tirerà fuori il Ministro Bonafede sul “caso Locatelli” sulla cui testa pesano ben 12 capi di imputazione, oltre alla responsabilità di gestione di tonnellate di droga in mezza Europa.
 
Ci chiediamo perché mai gli agenti di Polizia Penitenziaria dovrebbero rischiare quotidianamente la propria vita nel rischio di aggressione o dovrebbero continuare a stressarsi in turni massacranti di lavoro se poi un narcotrafficante, definito «persona con numerosi e rilevanti precedenti, senza soluzione di continuità dal 1975». può farla franca? Come se tutto questo non bastasse ad accanirsi contro gli uomini e le donne in divisa nelle nostre carceri – dice Di Giacomo – ci si mette il DAP che ha disposto il pagamento del pernottamento dei poliziotti in caserma. Noi – dice il segretario generale del S.PP. –  a questa situazione di cosiddetta normalità non ci stiamo e non rinunciamo a denunciare, il crescente malessere psico-fisico determinato dalle condizioni di lavoro del personale delle carceri italiane. Per questa ragione mettiamo in guardia il Ministro Bonafede, il Governo e il Parlamento: attenti a non fare i prestigiatori e a far sparire le poste finanziarie per i comparti della sicurezza come è accaduto per l’annullamento delle disposizioni sul pernottamento in caserma per fare cassa.



S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 349-4673401
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu