Segreteria Generale - 389 8891634 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

8 settembre 2017. Aldo DI GIACOMO: tuteleremo il personale di Polizia Penitenziaria in ogni sede contro le conclusioni del comitato Europeo prevenzione tortura

Sindacato del Corpo di Polizia Penitenziaria
Pubblicato da in Attivita Sindacale ·

"Le carceri italiane hanno mille problemi che quotidianamente denunciamo ma non accettiamo che vengano descritte come quelle di un Paese del Terzo Mondo scambiando il sovraffollamento in cella con la tortura”. Ad affermarlo è Aldo Di Giacomo, segretario generale del SPP (Sindacato di Polizia Penitenziaria) in riferimento alle gravi ed immotivate accuse del Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene del Consiglio d'Europa.
“Tuteleremo in ogni sede – aggiunge – il personale di Polizia Penitenziaria che non ha nulla a che fare con i comportamenti e le pratiche che avvengono negli istituti di pena di altri Paesi dove realmente avviene la tortura  con la compiacenza dei governi statali. Piuttosto è’ il caso di ricordare agli smemorati del Comitato, che preferiscono gettare fango sul lavoro del personale degli istituti penitenziari, i numerosi episodi che hanno consentito agli agenti di salvare vite umane proprio per l’intervento immediato nei casi di tentativo di suicidio.
Non tolleriamo pertanto – dice Di Giacomo – che si scambi la situazione di emergenza dovuta a strutture carcerarie inadeguate e ben oltre la capienza consentita, organici di polizia penitenziaria sempre più insufficienti, servizi sanitari e sociali non all’altezza delle esigenze con i maltrattamenti ai detenuti. Una situazione diventata intollerabile per detenuti e per chi con loro – i poliziotti - condividono le stesse condizioni di vita. La causa principale è  la disattenzione della politica mischiata ad un atteggiamento buonista sintetizzabile dietro la presunzione di rieducare tutti i detenuti e malviventi nonostante gli efferati crimini commessi e ripetuti. E’ dunque questo il sistema che non funziona. E come se non bastasse non si mostra la giusta attenzione per l’emergenza sicurezza rappresentata dal numero in continua crescita di extracomunitari ed immigrati reclusi nelle nostre carceri destinati a diventare a breve la popolazione carceraria più numerosa. E – conclude Di Giacomo – non faremo sconti a quei politici che prendano per oro colato le affermazioni del Comitato europeo e peggio ancora che le strumentalizzino”.



S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 349-4673401
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu