Segreteria Generale - 389 8891634 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

30 gennaio 2019. Episodio Campobasso Aldo Di Giacomo: non sia occasione di attacco generalizzato a personale penitenziario

Sindacato del Corpo di Polizia Penitenziaria
Pubblicato da in Segreteria ·

 
Il filmato diffuso in queste ore è parziale e non ricostruisce esattamente quanto è accaduto a Campobasso: il detenuto che ha tentato la fuga ha aggredito l'agente penitenziario colpendolo ripetutamente con una stampella. Le immagini, invece, mostrano solo la parte finale e la reazione che è venuta dopo la fuga. Una reazione maturata nel clima di stress, per turni massacranti e condizioni di lavoro difficili che caratterizza l'attività del personale di Polizia Penitenziaria come denunciamo da sempre e che non va lasciato solo come intendiamo fare anche in questa circostanza. Invitiamo, pertanto, i media a non farne un’occasione di attacco strumentale alla Polizia Penitenziaria ma a ricostruire esattamente i fatti mettendoli in guardia da non generare disinformazione e confusione perché ci sono ogni giorno uomini e donne in divisa che svolgono il proprio lavoro al servizio dello Stato con impegno, professionalità e a rischio di aggressioni e della incolumità personale.

Finge di non poter camminare per ingannare gli agenti: detenuto tenta la fuga, riacciuffato al volo.
Tentativo di evasione davvero fantasioso - quasi da commedia all'italiana - quello accaduto nel carcere di via Cavour dove un detenuto, che utilizzava le stampelle per muoversi, ha provato a scappare dall’istituto penitenziario perché – al contrario di quanto si pensasse - era perfettamente in grado di camminare. Anzi, di correre.
Secondo quanto riferisce Aldo Di Giacomo, segretario regionale del Sindacato Polizia Penitenziaria, l’uomo – che appunto usava le stampelle per muoversi – era stato ricoverato al Cardarelli a causa di un malore.
Dopo gli accertamenti necessari e le cure del caso, è stato riaccompagnato in via Cavour ma, come per miracolo, una volta arrivato davanti alla struttura ha buttato le stampelle a terra e si è dato alla fuga.
L’evasione è durata pochissimi minuti visto che è stato riacciuffato e riportato in cella.
Questo e altri episodi saranno illustrati domani mattina dal segretario regionale Spp Aldo Di Giacomo che incontrerà la stampa per illustrare cosa accade presso la struttura penitenziaria del capoluogo.



S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 349-4673401
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu