Segreteria Generale - 349 4673401 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

29 aprile 2019. Aggressione agenti nel carcere di Bologna: il sesto episodio in un mese

Sindacato del Corpo di Polizia Penitenziaria
Pubblicato da in Segreteria ·

“L’aggressione al Dozza di Bologna di nove agenti di Polizia Penitenziaria, di cui due sono ricoverati per forte trauma cranico, è purtroppo solo l’ultimo caso di una situazione insopportabile. Nel solo mese di aprile aggressioni ad agenti sono avvenute nelle carceri di Agrigento, Enna, Siracusa, Prato e Bari, per citare i casi più gravi”. Lo denuncia Aldo Di Giacomo, segretario generale del Sindacato Polizia Penitenziaria che aggiunge: “l’aggressione nell’istituto di Bologna è ancora più allarmante perché compiuta da un detenuto extracomunitario che in passato aveva già manifestato atteggiamenti aggressivi nei confronti degli agenti. È proprio la presenza di extracomunitari che – continua – rappresenta un rischio quotidiano per il lavoro degli agenti che si trovano ad affrontare per una serie di problemi – dalla lingua alla pericolosità di molti, specie d’origine africana
- in condizioni che in tutti gli istituti di pena sono segnate da sovraffollamento di  detenuti e sottodimensionamento di organico. Accade invece che per il Governo poiché non c’è alcun interesse politico per il carcere ogni fattaccio – aggiunge – rientra nella normalità e quindi non c’è alcun interesse a tutelare il lavoro di chi svolge compiti di sorveglianza come a garantire nelle celle la piena legalità. Noi siamo stanchi di denunciare quasi tutti i giorni aggressioni, risse, il ritrovamento in cella di droga, telefonini, ecc. senza essere ascoltati. Abbiamo espresso al Ministro alla Giustizia Bonafede la piena disponibilità a collaborare per identificare le maggiori e più gravi emergenze in modo da guadagnare il tempo perduto per ripristinare le legittime condizioni di detenzione e al tempo stesso di lavoro per il personale penitenziario che non può certamente occuparsi di tutto. Nell’ultimo incontro con i sindacati – riferisce Di Giacomo - il Ministro ha manifestato la volontà di voler anticipare a prima dell’estate l’avvio dei corsi per i 1300 nuovi Agenti attingendo anche dalle graduatorie tutt’ora vigenti. Vigileremo perché l’impegno sia mantenuto. Per ora dobbiamo solo raccontare di promesse che ci costringono ad alzare il livello di protesta e di mobilitazione convinti che se non si afferma la legalità nel carcere sarà impossibile per lo Stato farlo fuori”.



S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 349-4673401
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu