18 marzo 2022 Renoldi Capo Dap – Aldo Di Giacomo: nomina divisiva assunta all’unanimità a conferma del grave stato confusionale della politica

Attività, Editoriale Aldo Di Giacomo

“La nomina di Carlo Renoldi a nuovo capo del DAP (al posto di Bernardo Petralia), la più divisiva in assoluto tra le tante che spettano al Governo, è avvenuta all’unanimità, a riprova del grave stato di confusione in cui versa la politica che, dopo polemiche e distinguo, non si accorge di quanto accade nelle carceri”.

Ad affermarlo è il segretario generale del S.PP. – Sindacato Polizia Penitenziaria – Aldo Di Giacomo per il quale “non solo non si è voluto tenere conto delle numerose prese di posizione contrarie, oltre che di parte sindacale e politica anche di settori di opinione pubblica, ma nemmeno del mandato a termine affidato al magistrato.

Per noi, come abbiamo proposto, tanto valeva affidare l’incarico al vice Tartaglia che conosce bene la realtà degli istituti penitenziari, mentre il dr. Renoldi non farà in tempo in pochi mesi ad ambientarsi nel proprio ufficio.

Motivo in più perché – dice Di Giacomo – non riusciamo a capire tanta ostinazione da parte del Ministro Cartabia al punto da minacciare la crisi di Governo.

Evidentemente è stato sottovalutato che nella fase storica più buia per le carceri italiane nelle quali specie in questi ultimi due anni sta accadendo di tutto e di più – dalle evasioni facili, ai suicidi, all’arrivo dal cielo di telefonini a bordo di droni, ai tentativi di rivolta – ogni atto che non contenga prima di tutto condivisione può solo produrre ulteriori guasti irreparabili.

Voglio ricordare in proposito la forte denuncia del consigliere togato del CSM Sebastiano Ardita durante la sua audizione in Antimafia – “la mafia purtroppo comanda in carcere” – quale autorevole conferma di quanto diciamo da tempo, purtroppo inascoltati: l’assenza di Governo e politica sulle questioni di più acuta emergenza delle carceri e l’attenzione da settimane tutta concentrata sulla guerra russo- ucraina hanno fatto finire nel dimenticatoio le drammatiche questioni del carcere.

Il risultato è che clan, gruppi malavitosi, organizzazioni mafiose, camorriste e ‘ndranghetiste stanno approfittando di questa situazione e quindi, di fatto, dell’indebolimento dello Stato, per muovere una nuova e più pesante sfida allo Stato, come testimoniano gli atti di violenza tra detenuti e contro il personale penitenziario, in quest’ultimo caso declassati a “fatti di ordinaria amministrazione.

Se ci fosse bisogno: ieri la cronaca ci riferisce dell’ennesima operazione delle forze dell’ordine a Napoli contro la banda che riceveva ordini direttamente via telefono dal carcere, mentre il Ministro Cartabia, proprio come “Alice nel Paese delle meraviglie”, dopo la recente visita al carcere di Torino, si limita ad esprimere stupore per quello che ha visto ma non è in grado di indicare soluzioni”.

Il Segretario Generale

Dott. Aldo Di Giacomo

Dott. Aldo Di Giacomo

Carissimi Colleghi, da oggi chiunque voglia parlare con il Segretario Generale S.PP. Aldo DI GIACOMO può “incontrarlo” attraverso videochiamata WhatsApp per trattare argomenti a carattere personale e/o tematiche collettive.

Per poter fissare un incontro chiamare al numero 3398085556 o inviare un messaggio WhatsApp.

Collaborazione

Flessibile, vantaggioso e dinamico.

Che tu sia un dipendente o un libero professionista,

Alleata Previdenza ti aiuta a costruire il domani a partire dai tuoi bisogni odierni.

Rimborsi cessione del V

Hai estinto anticipatamente o rinnovato una Cessione del Quinto negli ultimi 10 anni?

Puoi avere un rimborso da 1.000 € a 5.000 €.

Richiedere il rimborso è un tuo diritto.

Non dovrai anticipare spese di avvio pratica.

Consulenza e Servizi

La nostra Segreteria ha sviluppato nel tempo numerosi accordi in convenzione, realizzati per soddisfare le esigenze di risparmio e protezione dei propri iscritti e dei loro familiari.

k

Tag

n

Categorie

Video SPP