Segreteria Generale - 349 4673401 - spp.segreteriagenerale@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

ULTIME NOTIZIE


Con estremo dispiacere rendiamo nota la notizia della scomparsa del Sovrintendente Giulio Di Domenico, in forza presso il carcere di Napoli Poggioreale al reparto San Paolo. Di Giacomo: “Colto da un infarto in servizio, ieri 16 maggio, in serata, Giulio è venuto a mancare, lasciando nello sgomento i colleghi e quanti lo conoscevano


16 maggio 2022. Aldo Di Giacomo: le minacce ed estorsioni dal carcere hanno un effetto devastante perchè scoraggiano le vittime delle mafie

Le minacce estorsive, comodamente via telefono dal carcere di Torino, dall’esponente della ‘ndrangheta calabrese che opera in Piemonte, purtroppo non certo un caso isolato, hanno un effetto devastante che si continua a sottovalutare: lo scoraggiamento per le vittime delle mafie a denunciare e collaborare con i magistrati. Le conseguenze sono il calo di denunce che - in ambienti dei giudici antimafia



Dalle carceri del Nord e del Sud del Paese boss ed esponenti di spicco della criminalità organizzata continuano a comandare. La nuova indagine sulla ‘ndrangheta in Lombardia ha rivelato come il capo della ‘ndrangheta dalla cella ha impartito ordini agli uomini delle cosche di ‘ndrangheta in provincia di Milano, Como e Varese, decidendo anche ritorsioni e pestaggi per chi non pagava il pizzo, gestendo



In meno di quattro mesi e mezzo nelle carceri italiane ci sono stati 23 suicidi (su 50 decessi in totale) poco meno del 50% di quelli registrati in tutto il 2021, almeno un centinaio di aggressioni al personale penitenziario, una trentina di eventi incendiari di celle, una dozzina di tentativi di rivolte, innumerevoli stupri e atti di violenza sessuale quasi tutti non denunciati: numeri che messi insieme




Più di 30mila casi di “errori giudiziari” in 30 anni,con una media di mille l’anno; 50 euro dirisarcimento ogni minuto per “ingiusta detenzione”, per una spesa complessiva vicina al miliardo di euro (27 milioni di euro l’anno): sono dati che esprimono con chiarezza l’altra faccia della medaglia dell’emergenza sistema giustizia che si ripercuote direttamente sul sistema penitenziario italiano aggravandone le criticità



Dalla relazione della Dia per il primo semestre 2021 emergono utili indicazioni da cogliere anche per mafiosi e camorristi che sono in carcere.   I magistrati della Dia mettono in guardia: "è sempre più frequente l'uso dei social network per condividere messaggi testuali e frammenti audiovisivi espliciti di ispirazione camorristici". E ancora: "forte è il rischio che l'identità mafiosa possa



Le carceri sono diventate le location preferite per girare video-musicali: come se non bastasse il video dei detenuti neomelodici napoletani, di metà gennaio scorso, adesso spunta il video del rap “Baby Gang” a San Vittore…”. Ad affermarlo è Aldo Di Giacomo. “Accade così che c’è chi canta alla libertà per i camorristi e chi invece si vanta che il suo "prossimo singolo rimarrà nella storia del rap



La “lezione” che viene dal gravissimo fatto del carcere di Busto Arsizio - che solo il pronto intervento e la grande professionalità del personale hanno evitato si trasformasse in una tragedia – con l’incendio e la distruzione di sette celle della sezione che ospita detenuti con problemi mentali e la grave intossicazione di una decina di agenti, è chiarissima: i detenuti con problemi psichici non devono stare


Detenuti utilizzati come “contenitori” per il trasporto e lo spaccio di droga in carcere. Accade a Foggia dove il sistema degli ovuli contenenti stupefacenti ed ingeriti da un detenuto, proprio come accade con i “commessi della droga”, è venuto fuori nell’istituto penitenziario. Aldo Di Giacomo, commenta: “si prenda atto che il traffico di droga in carcere ha raggiunto livelli e metodi che sfuggono ai più sempli


La decisione del Tribunale del Riesame di Napoli squarcia il velo della campagna costruita intorno ai fatti di Santa Maria Capua Vetere del 2020 ricostruendo la morte di un detenuto extracomunitario avvenuta non certo per colpa degli agenti penitenziari, secondo l’accusa originaria, ma per suicidio. Solo che a differenza dei titoloni e delle pagine intere dei giornali e dei ripetuti servizi



Con la presente circolare si rende noto che, a decorrere dal 1° gennaio 2023, i requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici adeguati agli incrementi alla speranza di vita non sono ulteriormente incrementati, così come previsto dal decreto del 27 ottobre 2021 del Ministero dell’Economia e delle finanze, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali


Video S.PP. YouTube
Campagna fiscale anno 2022
Campagna fiscale anno 2022
Tesseramento
Tesseramento
Seguici su WhatsApp - Iscriviti al gruppo
Visita il sito delle convenzioni
Accesso area riservata






Il Segretario Generale
SOLIDARIETA' A ALDO DI GIACOMO


Gentile onorevole/senatore,
come avrà avuto modo di sapere l'escalation di minacce che mi colpiscono da anni, in qualità di segretario generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria (S.PP.) – tra le quali il pacco bomba fatto recapitare nella mia abitazione
IN PRIMO PIANO

IN EVIDENZA

PHOTO GALLERY

VIDEO DEL SEGRETARIO GENERALE ALDO DI GIACOMO

UTILITA

Compilazione 730
Supporto tecnico sito
Seguici su Facebook
S.PP. SIndacato Polizia Penitenziaria - Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla newsletter

Orario contatti Segreteria Generale
dalle ore 09.00 - alle 12.00
dalle ore 15.00 - alle ore 17.00
Telefono 349-4673401
Email:
>>segreteria@sindacatospp.it
>>spp@pec.sindacatospp.it

                   

Torna ai contenuti | Torna al menu